sabato 22 marzo 2008

Siamo pronti per l'ebook? Amazon pensa di sì.

Di ebook si parla ormai da un decennio, ma ancora in pochi ne hanno saputo apprezzare le potenzialità. Ciò deriva dal fatto che fino a poco tempo fa il mercato non era ancora maturo in questo campo. Ma adesso è arrivato Kindle e... chissà.

Penso che molti sappiano già di cosa si tratti... Ma vedere una dimostrazione delle sue funzionalità fa un certo effetto e fa riflettere sulla rivoluzione che può introdurre una tecnologia del genere.
In una recente intervista uscita sul numero di marzo della rivista digitale PiratPartiet, ho parlato delle nuove forme di editoria, sostenendo che attualmente la carta ha ancora buone possibilità di sopravvivenza. Ora si tratta solo di stare a vedere cosa succederà con l'avvento di Amazon Kindle e di dispositivi simili. Sicuramente una rivoluzione nel mondo dell'editoria ci sarà; l'incognita è più che altro relativa ai tempi di compimento di questa rivoluzione: su questo aspetto non mi sento di fare previsioni.

Quoto il video (nonostante sia di stampo pubblicitario) perchè l'efficacia delle immagini in questo caso è insostituibile.

giovedì 13 marzo 2008

I Finley e la non percezione di illiceità

Su Metro di lunedì 10 marzo 2008 leggo un articolo dall'esplicito titolo Finley: "Non downloadateci" nel quale l'intervistatore (tale Diego Perugini) va sull'argomento di come la giovane band abbia costruito il suo consenso di pubblico attraverso il web.
Cito la risposta virgolettata di Pedro (voce della band):
Il nostro zoccolo duro è là. Del resto oggi la musica passa dal web: myspace, per esempio, è fondamentale per le band emergenti. Peccato per il download illegale: i ragazzi non capiscono che ci danneggiano. E' anche capitato che qualcuno ci portasse il nostro stesso cd masterizzato da autografare...
Simpatico aneddoto che si ricollega paradossalmente a quanto ho scritto due post fa a proposito della studentessa presentatasi all'esame con il mio libro fotocopiato.
E' un aspetto delicato, a cavallo fra la criminologia e la sociologia del diritto, che un giorno mi piacerebbe approfondire e di cui ho fatto breve cenno nel cap.4, par.2 del mio Capire il copyright, dove parlo del fenomeno file sharing, delle difficoltà nella regolamentazione del fenomeno e della non percezione di illiceità di certi comportamenti. Ecco, il fan dei Finley che si è presentato con il cd masterizzato rappresenta un ottimo esempio di queste dinamiche psico-sociali.