martedì 8 aprile 2014

Se la band si divide, a chi vanno i diritti sui brani?

La mia band storica ha avuto alcuni problemi negli ultimi mesi e quindi abbiamo deciso di scioglierci. Adesso però si pone il problema di come gestire i diritti sui brani, dato che li abbiamo sempre firmati con il nome della band?

RISPOSTA:
Quando raggiungono livelli professionistici solitamente le band si organizzano sotto forma di società di persone o a volte sotto forma di associazione o di cooperativa. Se la costituzione di un apposito ente risulta troppo impegnativa, si può anche sottoscrivere un accordo scritto tra tutti i membri della band nel quale si stabiliscono le condizioni della collaborazione e della eventuale separazione dei membri. Normalmente in queste scritture private ci si occupa anche di questioni come la ripartizione dei proventi dei live, la creazione di una cassa comune per le spese della band, le modalità di utilizzo del nome della band e appunto anche la gestione delle royalties sui brani firmati collettivamente. Purtroppo molte band, per inesperienza o ingenuità, non mettono nulla per iscritto e poi, nel caso di uno scioglimento o dell'uscita di qualche elemento, emergono diversi problemi di carattere legale. Si consideri tuttavia che, per quanto riguarda invece i proventi SIAE, la SIAE non consente l'iscrizione a gruppi e band ma solo a persone fisiche. Quindi, per le band che vogliono servirsi dell'intermediazione SIAE, non si può fare diversamente che dichiarare i brani a nome dei singoli componenti della band (tutti o solo alcuni a seconda dei casi).

______________________

puntata n. 48 della rubrica "Chiedilo all'avvocato" per il sito Rockit.it. Vedi fonte originaria. Vedi tutte le altre puntate.
_____________________________________________________________________

http://www.copyright-italia.it/cons-servizi


 
 

Nessun commento: