giovedì 11 dicembre 2014

Iscrizione d'ufficio a Cassa Forense: iniziano ad arrivare le PEC

Da questa notte alcuni dei "famosi" 50 mila avvocati che Cassa Forense ha deciso di iscrivere d'ufficio stanno ricevendo via PEC la relativa comunicazione formale.
Nei giorni scorsi infatti l'Ente aveva avviato quella che è stata denominata "operazione cittadinanza previdenziale", che sarà completata tra dicembre 2014 e gennaio 2015.
Come si legge su ItaliaOggi, "a seguito dell’adozione della delibera, la Cassa comunicherà poi agli interessati, a mezzo Pec o raccomandata, l’avvenuta iscrizione, con il relativo conteggio dei contributi minimi dovuti per gli anni 2014 e 2015 e le istruzioni per i versamenti, che avverranno in modo dilazionato nel corso del 2015."
Gli avvocati che ricevono il messaggio possono adeguarsi versando quanto richiesto oppure procedere alla cancellazione dall'albo entro 90 giorni dalla ricezione del messaggio.

Riportiamo di seguito il testo della PEC.

Preg.mo Avvocato,
come a Lei noto, la riforma della “Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense”, approvata con la legge n. 247 del 31 dicembre 2012, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il 18 gennaio 2013, è entrata in vigore il giorno 2 febbraio 2013.
L’art. 21 della suddetta Legge, al comma 8, statuisce che l’iscrizione agli Albi forensi comporta la contestuale iscrizione alla Cassa Nazionale di Previdenza Forense, mentre al comma 9 è stabilito che la Cassa, entro un anno dall’entrata in vigore della legge 247/2012, avrebbe dovuto provvedere ad emanare un apposito Regolamento attuativo. Il Regolamento è stato licenziato dal Comitato dei Delegati il 31/01/2014 ed è entrato in vigore il 21/08/2014 (approvazione ministeriale pubblicata nella G.U. n. 192 del 20/08/2014).
Premesso quanto sopra, Le comunico che la Giunta Esecutiva, nella seduta del 28/11/2014, sulla base dei dati forniti dal Consiglio dell’ Ordine ove Ella risulta iscritto, ha deliberato la Sua iscrizione alla Cassa a decorrere dall’anno 2014, ai sensi dell’art. 1 del Regolamento di attuazione dell’art. 21, commi 8 e 9, legge n. 247/2012.

CONTRIBUZIONE MINIMA OBBLIGATORIA:
ANNO 2014: L’importo della contribuzione minima obbligatoria da Lei dovuta è stato determinato in complessivi € 846,00 (di cui € 695,00 quale contributo minimo soggettivo ed € 151,00 quale contributo di maternità). La stessa dovrà essere corrisposta con M.Av. elettronico (scadenza 31/10/2015), che potrà essere da Lei generato e stampato, nel mese di ottobre 2015, direttamente dal sito internet della Cassa www.cassaforense.it mediante la sezione “Accessi riservati/posizione personale”.
ANNO 2015: l’importo della contribuzione minima obbligatoria da Lei dovuta ammonterà ad € 833,50 (di cui € 702,50 quale contributo minimo soggettivo ed € 131,00 quale contributo di maternità).
La stessa dovrà essere corrisposta in numero quattro rate di pari importo con M.Av. elettronico (scadenza 28 febbraio 2015, 30 aprile, 30 giugno e 30 settembre 2015), che potrà essere da Lei generato e stampato, alle scadenze previste, con le modalità suindicate.
Il pagamento dei contributi minimi obbligatori nella misura sopra indicata Le garantisce la copertura assistenziale per l’intero anno solare e l’anzianità contributiva ai fini previdenziali nei limiti temporali previsti dal comma 2, dell’art. 9 del regolamento ex art. 21, commi 8 e 9 della l. n.
247/2012.
Le ricordo che, entro il 31/07/2015, in sede di compilazione dell’autodichiarazione dei redditi per l’anno 2014 (Mod. 5/2015), andranno corrisposte le eventuali eccedenze rispetto al contributo minimo soggettivo obbligatorio, sulla base del reddito professionale effettivamente prodotto nonché il contributo integrativo nella misura del 4% dell’effettivo volume di affari dichiarato ai fini dell’IVA.

BENEFICI ASSISTENZIALI E PREVIDENZIALI
A partire dalla data della delibera della Giunta Esecutiva Ella potrà godere di tutte le coperture assistenziali assicurate dalla Cassa (indennità di maternità, assistenza in caso di bisogno o per inabilità temporanea, etc..), fruire delle convenzioni in essere e, in prospettiva futura, avvalersi di una tutela previdenziale completa, adeguata e garantita nel tempo dalla solidità finanziaria dell’Ente. Per maggiori informazioni al riguardo potrà consultare il sito internet di Cassa Forense (www.cassaforense.it) e/o contattare l’Information Center al n. 06.36.21.11.
Con separata specifica nota Le verrà fornita dettagliata informativa circa la copertura assicurativa sanitaria di base, garantita dalla Cassa tramite UNISALUTE, che avrà efficacia nei Suoi confronti a decorrere dalla data della delibera della Giunta Esecutiva.
Per informazioni inerenti la Polizza chiamare al n. 06.36.20.50.00.

OPZIONI VOLONTARIE :
Le rendo noto che, in base all’art. 12, comma 1 del citato Regolamento, è data la possibilità di essere esonerati dall’iscrizione alla Cassa e dal pagamento dei contributi minimi 2014 e 2015, laddove il professionista si cancelli, in via definitiva, dagli Albi professionali, entro 90 giorni dal ricevimento della presente comunicazione.
La informo, altresì, che, nel caso Ella opti per il mantenimento dell’iscrizione all’Albo, è possibile avvalersi, su base volontaria, del beneficio previsto dal Regolamento attuativo all’art. 3 (retrodatazione dell’iscrizione alla Cassa) inoltrando, entro il termine perentorio di 6 mesi dalla ricezione della presente comunicazione, il modulo di richiesta debitamente compilato, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo istituzionale@cert.cassaforense.it o con raccomandata a.r. La suddetta modulistica potrà essere reperita nella sezione “Accessi riservati/posizione personale”, del sito internet di Cassa Forense ( www.cassaforense.it ).
La informo, infine, che, qualora Ella ritenesse sussistere validi motivi di ricorso, ai sensi dell'art. 23 dello Statuto, è ammesso reclamo al Consiglio di Amministrazione contro l'anzidetta delibera della Giunta. Il reclamo deve essere presentato a mezzo raccomandata a.r. ovvero a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo istituzionale@cert.cassaforense.it (art. 29 del Reg. Gen.) entro un mese dalla presente comunicazione, utilizzando l'apposito format presente nel sito internet www.cassaforense.it, nella sezione “modulistica”.
Si ricorda inoltre che, ai sensi dell'art. 443 cod. proc. civ., la domanda giudiziaria relativa alle controversie in materia di previdenza ed assistenza obbligatoria non è procedibile se non quando siano esauriti i procedimenti prescritti dalle leggi speciali per la composizione in sede amministrativa.

Distinti saluti.
Il Responsabile del Servizio

1 commento:

Gabriella Filippone ha detto...

Modello di ricorso/reclamo al CdA di #CassaForense avverso l'iscrizione d'ufficio http://gabriellafilippone.blogspot.it/2014/12/reclamo-al-cda-di-cf-avverso.html …