mercoledì 31 maggio 2017

Scenari Didattici Aperti e Innovativi: 6 giugno convegno a Vigevano

Martedì 6 giugno alle ore 15 presso l’Aula Magna dell’IC di via Anna Botto di Vigevano (ingresso da via B. Giusto, 3) si terrà il convegno conclusivo del Progetto “Formazione Insegnanti Generazione Web” organizzato dalla rete di scuole Didatticaduepuntozero e intitolato "Scenari didattici aperti e innovativi".
L'anno scorso più o meno in questo periodo vi era stato un evento simile (vedi) a cui avevo avuto il piacere di partecipare come relatore. Quest'anno non sarò relatore, ma sarò comunque presente e gestirò uno spazio di condivisione di materiale informativo, tra cui alcuni libri della collana Copyleft-Italia e altri libri curati dai relatori del convegno.

Il programma del pomeriggio prevede i seguenti interventi:
  • Apertura dei lavori e benvenuto - Alberto Panzarasa, Dirigente Scolastico 
  • Didattica senza barriere - Andrea Mangiatordi, Esperto in universal design e tecnologie per le disabilità, Università degli Studi Milano Bicocca Dipartimento Scienze Umane per la Formazione
  • Ambienti di apprendimento e altre storie - Angelo Bardini, Esperto di innovazione didattica e di tecnologie per le disabilità
  • Il mondo Open Source negli Atelier Creativi - Paolo Mauri, Esperto di innovazione tecnologica
  • Creatività digitale e successo formativo - Laura Brandolini, Esperta di robotica educativa, Associazione comPVter
  • Spazi di apprendimento innovativi - Marzio Rivera, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo di Via Dante

_________________EDIT_________________


Il video integrale dell'intervento di Andrea Mangiatordi



Il video integrale dell'intervento di Marzio Rivera



Alcune foto del convegno (album Flickr)

Scenari Didattici Aperti e Innovativi (Vigevano, 6 giugno 2017)



venerdì 26 maggio 2017

Fare Open Access alla Società Letteraria di Verona (8 giugno)

Il prossimo evento legato al nuovo libro "Fare Open Access" sarà giovedì 8 giugno presso la prestigiosa sede della Società Letteraria di Verona in piazzetta Scalette Rubiani 1 (adiacente a Piazza Bra e con vista sull'Arena) dove alle ore 17.30 si terrà una conferenza di presentazione introdotta e condotta dalla dott.ssa Daniela Brunelli (Presidente della Società Letteraria).
A dialogare con me e con Nicola Cavalli (Direttore editoriale di Ledizioni e coautore del libro) ci saranno inoltre il Prof. Mario Pezzotti (Docente di Genetica agraria all'Università di Verona e Delegato del Rettore alla Ricerca) e l'Avv. Lorenzo Albertini (Docente di Proprietà intellettuale e diritto dell’editoria al Master in editoria dell'Università di Verona).

L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti; l'intero evento sarà trasmesso in diretta audio streaming sul sito http://www.societaletteraria.it/streaming/.
Riporto qui a fianco la locandina (cliccare per ingrandirla) e di seguito le slides utilizzate per l'incontro.




mercoledì 24 maggio 2017

Giovane ricercatore colombiano sotto processo per aver condiviso online un paper scientifico senza permesso: assolto

Diego Gomez, studente in un Master di Biologia presso l'Università di Quindio in Colombia, nel 2014 aveva caricato su Scribd (piattaforma per la condivisione di documenti) un paper di ricerca senza l'autorizzazione dell'autore e della casa editrice. L'autore del paper pare non averla presa molto bene e, invece di limitarsi a chiederne le rimozione al gestore della piattaforma, ha avviato un procedimento penale contro l'ingenuo Gomez. Le leggi colombiane in materia di copyright infatti sono estremamente severe su questi aspetti; egli infatti rischiava fino a 8 anni di carcere e multe molto salate.

Dopo tre anni di udienze e di ritardi vari, è arrivata la sentenza di primo grado che ha assolto il malcapitato. Ora però si attende che i titolari del copyright presentino appello alla Corte di Bogotà.

Fonte della notizia: Young Researcher Cleared by Colombian Court for Sharing an Academic Paper Online (dal sito Righttoresearch.org, interessante blog di The Right to Research Coalition); articolo del 24 maggio 2017.


Per chi volesse approfondire il tema del libero accesso alla letteratura scientifica, rimando al libro Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell’era digitale.


giovedì 18 maggio 2017

Evento formativo PON/PNSD su innovazione e formazione digitale (Olbia, 19 e 20 maggio)

Venerdì 19 e sabato 20 all'Istituto Deffenu di Olbia si terrà l'evento formativo PON/PNSD "Innovazione e formazione digitale": due giornate di studio e approfondimento sui principali argomenti chiave della scuola digitale.

I laboratori si svolgeranno in modalità BYOD con propri dispositivi (in linea di massima si consigliano un netbook/notebook e uno smartphone/minitablet/tablet connesso).

Io terrò un seminario specialistico di due ore intitolato "Il diritto d'autore nella didattica e le OER" e previsto per sabato alle ore 11.
Per i dettagli per l'iscrizione a seminari e laboratori rimando alla nota della scuola capofila.
Riporto di seguito il programma integrale delle due giornate (tratto da qui); cliccare sulle immagini per ingrandirle.


Programma di venerdì 19 maggio



Programma di sabato 20 maggio




sabato 13 maggio 2017

Fare Open Access: aperitivo con gli autori a Milano

Mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 18.30 a Milano presso il Grecale's Ub (locale in via Festa del Perdono 12, di fronte all'Università Statale) ci sarà un aperitivo con gli autori del nuovo libro "Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell'era digitale", gentilmente offerto da Ledizioni (casa editrice dell'opera).
Ecco la locandina (clicca sull'immagine per ingrandire).

In quei giorni (mercoledì 24 e giovedì 25) proprio presso l'Università Statale di Milano si terrà un interessante convegno intitolato "Open Research Data Management: policies and tools" che vede relatori di rilevanza internazionale. Confidiamo che mercoledì pomeriggio, dopo la conclusione dei lavori in università, alcuni partecipanti del convegno vogliano proseguire il dibattito di fronte a un buon bicchiere di prosecco.

L'ingresso è libero e aperto a tutti. Solo al fine di agevolare la gestione degli spazi e la predisposizione del rinfresco, sarebbe cosa utile che chi intende partecipare confermi la sua presenza nell'apposito evento Facebook.

venerdì 12 maggio 2017

I materiali dei corsi PON per docenti al De Pace di Lecce (maggio 2017)


Riporto qui le slides utilizzate questa settimana nei corsi PON all'Istituto De Pace di Lecce.


Lezione di martedì 9 maggio


Vincoli e artifici per allontanare il "pericolo" del pubblico dominio in campo musicale

Oggi mi sarei dovuto trovare a Napoli per la giornata di studi "Note di legalità. Musica, copyright e biblioteche" organizzata da IAML Italia (Associazione Italiana Biblioteche, Archivi e Centri di documentazione musicale) con il contributo della Regione Campania e in collaborazione con SIEDAS (Società Italiana Esperti Diritto delle Arti e dello Spettacolo) e Associazione Italiana Biblioteche - Sez. Campania (vedi locandina dell'evento);
tuttavia, a causa di uno spostamento di date non previsto, l'evento si è sovrapposto con la mia attività di formazione a Lecce, rendendo impossibile per me presenziare fisicamente.

In accordo con gli organizzatori dell'evento napoletano ho quindi preparato un intervento video disponibile sul mio canale YouTube, che quindi rimarrà come testimonianza e materiale informativo anche per coloro che non sono potuti presenziare oggi a Napoli.


martedì 9 maggio 2017

Fare Open Access con i social media: il 23 maggio a Pavia

Martedì 23 maggio 2017 alle ore 15.30 presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia (Aula Ferrata, 1° Piano Palazzine ex cliniche mediche) si terrà una tavola rotonda intitolata Fare Open Access con i social media, a cui parteciperanno alcuni degli autori del libro "Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell'era digitale" (Ledizioni, 2017).
L'evento è organizzato dall'Università di Pavia (Servizi Bibliotecari) e ha il patrocinio della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo.
Ingresso libero. Al termine ci sarà un rinfresco offerto dagli organizzatori.

Riporto qui a fianco la locandina (cliccare sull'immagine per ingrandirla) e di seguito il programma del pomeriggio.

Con i saluti di:
• Lorenzo Duico, Responsabile Area Beni culturali – Università di Pavia
• Moreno Curti, Responsabile Servizio Documentazione Scientifica – Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo

Presiede e modera:
• Giorgio Panizza, Delegato del Rettore al Sistema bibliotecario di ateneo – Università di Pavia

Intervengono:
• Valeria Scotti, bibliotecaria presso Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia
• Simone Aliprandi, avvocato presso Array e responsabile Progetto Copyleft-Italia.it
• Nicola Cavalli, direttore editoriale di Ledizioni


[EDIT] L'articolo a tutta pagina uscito su La Provincia pavese del 23 maggio 2017
(clicca sull'immagine per ingrandirla; o vai al sito del giornale per leggere il testo)



lunedì 8 maggio 2017

Proprietà intellettuale per imprese creative: seminario con aperitivo al SellaLab di Lecce

Come avevo già preannunciato (vedi post precedente), questa settimana sarò in Salento per la quarta e ultima volta (almeno fino a nuovi incarichi professionali).
Terrò lezione ancora all'Istituto De Pace di Lecce nei giorni di martedì 9 e di venerdì 12 maggio nell'ambito dei corsi PON/Snodi Formativi; ma soprattutto sarò il relatore del DigitalDrink di maggio del SellaLab di Lecce.


Il SellaLab è uno spazio coworking per professionisti, esperti di digitale, startup e innovatori, promosso e sostenuto da Banca Sella e con sede in Viale Michele de Pietro 3 nel centro di Lecce (zona Tribunale). I DigitalDrink sono incontri mensili accompagnati da un aperitivo e dedicati alla discussione e approfondimento di temi strategici per i frequentatori del coworking e per la sua rete di contatti.
L'appuntamento dunque è per giovedì 11 maggio alle ore 18 e il tema di questo incontro è la proprietà intellettuale e la tutela dei progetti imprenditoriali.
L'ingresso è gratuito ma è necessario registrarsi per tempo da questo sito: https://www.beecode.it/c/brevetti_e_proprieta_intellettuale_11_maggio_lecce.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Brevetti, marchi, diritti d’autore... Come districarsi tra tutti questi concetti?
Questo appuntamento vuole proprio mettere ordine fra queste opzioni con casi pratici e spunti di riflessione, per permettere ai partecipanti di scegliere per il proprio progetto quella più utile per loro.
Durante la serata verranno trattati i seguenti argomenti:
  • Come si tutela un’idea creativa?
  • Brevetti, diritto d’autore e marchi. Qual è la soluzione migliore per me?
  • La tutela attraverso un contratto
  • Il segreto industriale
  • La tutela del brand e del design
La serata è quindi rivolta a tutti gli imprenditori con un progetto o un’idea da tutelare, nonché a tutti i professionisti della creatività.
_________________________________

[EDIT] Le slides del seminario

mercoledì 3 maggio 2017

Sai come fa Google Maps a conoscere in tempo reale la situazione del traffico?

Questa è una delle domande che si trovano nei test preliminari dei miei corsi. In sostanza si tratta di questionari somministrati prima dell'inizio dei corsi con lo scopo di fornire al docente indicazioni sul livello di conoscenza e consapevolezza dei corsisti sugli argomenti del corso.
Questa domanda secondo me è un'ottima cartina tornasole per vedere quanto gli utenti dei servizi Internet – e in questo specifico caso dei servizi di geolocalizzazione – siano consapevoli del fenomeno big data e del concetto di crowdsourcing, che impregnano la nostra vita quotidiana da "uomini digitali" e sui quali si fonda una buona fetta dell'economia globale contemporanea.
Come fa Google Maps a conoscere in tempo reale la situazione del traffico in buona parte del pianeta?


In questo grafico mostro il risultato di un test da me somministrato negli scorsi mesi. Volutamente non fornisco specifiche indicazioni di luogo e tempo che permettano di capire a quale corso faccio riferimento; posso però dire che si tratta di un corso di formazione rivolto a soggetti con livello di istruzione medio-alto (almeno laurea triennale), tutti dipendenti pubblici, di età compresa tra i 40 e i 55 anni.
Quando alla fine del test faccio la domanda: "ma quanti di voi utilizzano Google Maps come navigatore?" un buon 80/90% alza la mano. Dunque lì emerge la mia vena pedante e faccio notare che allora in teoria quasi tutti avrebbero dovuto rispondere correttamente, dato che i termini d'uso dell'applicazione segnalano chiaramente (con avvertenze che spesso ricompaiono in corrispondenza degli aggiornamenti) che i dati forniti dagli utenti verranno raccolti dal provider e che poi tali dati saranno utilizzati per migliorare e perfezionare il servizio.

Ah, dimenticavo...
Per chi non avesse colto, la risposta esatta è la D, cioè "sono gli stessi utenti a fornire i dati a Google attraverso l'utilizzo dell'applicazione". Ciò nonostante quasi sempre la maggioranza dei rispondenti sceglie la B mostrando una certa ingenuità.